Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2011

Diciamo che il periodo che sto vivendo in queste settimane in Israele, potrei definirlo alquanto burrascoso, dal punto di vista lavorativo. L’azienda per cui lavoro, specializzata nell’invenzione di numeri, non per il lotto, ma semplicemente per un prodotto che non funziona, ancora una volta si sta dimostrando una grande scuola di vita. Con quello che vedo giorno per giorno, credo che, chiunque oggi possa vendere un prodotto che non funzioni, a chiunque. Se l’azienda per cui lavoro e’ quasi riuscita a farlo attraverso il suo piu’ grande progetto, figuratevi se futuri immaginari clienti della vostra fantomatica azienda dovessero comprare da voi. Qui i problemi li risolvi giorno per giorno, o li giri, nascondi le cose, le modifichi, le cancelli, in modo tale il tuo cliente non sia in grado di rilevarle, ma solamente capace di apprezzare il tuo gran prodotto. Sarà divertente, veramente divertente, il momento in cui questo giochino finirà, ed il cliente finale si renderà conto di essersi preso una grande cantonata. Vero che esistono i tribunali, vero tutto quello che volete, ma ancora non riesco a prendere per i fondelli un cliente. Probabilmente da israeliano sbaglio, e  da italiano pure 🙂.

C’e’ poi questa grande “aria di rinnovamento” in azienda, nelle ultime tre settimane sono cadute 3 teste (direttore vendite, direttore marketing, e responsabile clienti mercato Israele). Diciamo che oramai la gente in azienda al mattino entra, consapevole che potrebbe essere il suo ultimo giorno di lavoro. Per chi non lo sapesse, in Israele non esiste la giusta causa per licenziare qualcuno, se stai sulle palle al capo, e’ sufficientemente una giusta causa 🙂.

Parliamo di cose piu ‘ allegre…stamattina all’alba sono andato alla motorizzazione qui a sud di Tel Aviv. Diciamo pure che gli israeliani non sono proprio dei mostri a rispettare file, o almeno organizzare un ordine logico di ingresso in questo ufficio (sembrava il mercato ortofrutticolo di piazza ovidio). Stranamente pero’ questa mattina, qualcuno (forse un ex svizzero), ha avuto l’ottima idea di far scrivere il proprio nome a chi arrivava all’ingresso, in modo tale che, una volta entrati per la seconda fila negli uffici della motorizzazione, sarebbe andato tutto bene. Secondo voi e’ andata cosi ? 🙂

Che altro dire, visto che praticamente mi e’ andata di lusso e ho finito le mie pratiche abbastanza in fretta, mi sono seduto in un caffe’ (nel senso di un bar), e ho deciso di aggiornare il mio blog e salutare i miei 25987 iscritti, augurandovi buona giornata…e che Dios che la mandi buena.

Ciao a tutti, e …

Stay tuned !!!

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: