Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2014

Pit Stop fatto !

pitstop“Il tempo vola”, frase fatta che spesso ci piace adottare. Vero, oggi la uso anche io. Stanco del mio precedente lavoro, routine, eventi esterni e quanto altro piace a voi aggiungere, ho deciso di alzare il piede dall’acceleratore. Dico sempre che una macchina non può andare sempre a 160 Km/h.  Ogni tanto alzare il piede, e rischiacciare, può fare bene. Come si racconterebbe una storia, possiamo dire che tutto accadde ai primi di maggio quando decisi praticamente di spegnere il motore e lasciare un’esperienza lavorativa che non aveva più ragione di essere. Uno dei momenti della mia vita in cui la razionalità ha avuto la meglio sull’irrazionalità. “Andare avanti per andare avanti in questo modo non ha nessun senso” e dopo qualche anno avevo veramente bisogno di alzare il piede e far raffreddare il motore. Mai fatto scelta migliore, quantomeno sino alla prossima volta. Mi sono goduto Tel Aviv come se la gode un pensionato, diciamo magari un po’ più giovane, nonostante qualcuno di voi mi additerà come pensionato in toto. Nel periodo migliore, tra maggio e giugno, quando le giornate non sono ancora calde, non ci sono turisti, ma con un fantastico sole, con quei colori fantastici che si distinguono, e quel mare dove il vicino più vicino sta a circa 30 metri. Bello. Rinascita. Nessun lavoro all’orizzonte, ma chissenefrega. In quel momento la mia necessità era raffreddare l’ebollizione dell’acqua di raffreddamento del motore, fare poi un tagliando, e ripartire. Chiamiamolo anche un pit stop. Esisteva solamente godersela, nessun programma, alzarsi al mattino e pianificare la giornata senza troppo sbattimento. Credo di aver visto Tel Aviv con gli occhi di qualche poco fortunato. Bello, e come dico spesso “goduria maxima”. Trovare un lavoro in quel momento non era la mia priorità. La mia priorità era quella di raccogliere le forze, riposarmi, assaporare la vita, quella che ogni essere umano dovrebbe godersi, per poi ripartire. Per qualche strana alchimia il lavoro é poi arrivato, domani si ricomincia una nuova sfida. Riaccendo i motori, il tagliando é fatto ed il pieno pure, ma nella mia mente rimane chiara una cosa, la vita me la voglio godere e se dovrà ricapitare di alzare il piede dall’acceleratore, lo farò ancora.

Carpe diem.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: