Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2015

Cosi…per condividere …

gabryblogTorni a casa da questa domenica lavorativa. Accendi il tablet che ora é collegato con lo stereo, e sostituisce il vecchio netbook che mi portai dall’Italia da usare come fonte di rallegramento musicale. I tempi cambiano, l’innovazione (povera) entra anche a casa mia. Sempre acceso, basta sfiorarlo e si riaccende. L’app di Digitally Imported é sempre attiva e operativa, ormai con i pixel  stampati sul vetro del tablet. Mi basta usare quella, ma la sera passo dalla modalità Vocal Trance (un po unz unz) alla modalità Vocal Chillout, che è quella bella modalità che ti rilassa, abbassando il volume al minimo, tanto da tenerlo come sottofondo e fare un po’ i fatti tuoi. Lo ammetto, non sono un promoter della Digital Imported. Vabbé, alzi la mano chi davanti ad un bel “shuffle” di musica rilassante non parte con la mente a pensare, o a fare ciò che piace come nel mio caso, attaccarmi alla tastiera del computer e lasciar scivolare le dita, semplicemente buttando giù riflessioni, o condividendo con voi, numerosi fan del mio blog, esperienze, momenti, pensieri e qualcos’altro. Ebbene, essendo a febbraio e vicino a Marzo, quello che penso sempre in questo periodo dell’anno da quindici anni é il ricordo di mio padre.  Tranquilli, la tastiera é ancora asciutta e lo rimarrà (spero), ma nel mix di musica chillax e pensieri per la testa mi basta alzare gli occhi per vedere quelle due foto appese di papà, abbassare gli occhi all’ora ed alla data sul computer, per fare uno più uno. E dai, che la testa, la mente parte rivedendoti i film. Sarà anche perché oggi a pranzo col mio capo abbiamo proprio parlato di quanto il tempo corre, e quanto lui lo veda vedendo crescere i suoi figli, ed invecchiare suo padre. Certo, diciamolo, non é che proprio mi ha messo nel mood più positivo, però alla fine ci pensi, e come dicevo qualche riga più su, ci pensi perché é ancora di più, oggi, il momento di pensarci. Sono contorto ? Poesse. Ma se dovessi scrivere tutto quello che in questo momento la mia mente pensa, rischierei di vedere le dita delle mie mani andare a velocità supersonica, come quei filmati accelerati 100 volte.

Vi chiedo scusa se questo blog, si sia spostato da esperienze concrete in Israele, a esperienze e filosofia di Gabriele in Israele. Ma alla fine siamo esseri umani, se non esterniamo le nostre sensazioni ed emozioni che persone rischieremmo di essere ?. Concedetemelo, il prezzo é lo stesso non vi chiedo extra soldi per questo upgrade.

Quindici anni sono tanti, ma sono pochi. Delle volte penso se mio padre fosse ancora in vita, se oggi vivrei in Israele. E se veramente fossi in Israele, quante volte sarebbe venuto a trovarmi ? Si sarebbe trasferito anche lui ? o magari sarei io a Milano ? ma chi lo sa. Israele é cambiata molto dai tempi in cui venne lui, e parliamo degli anni ’50. Chissà come l’avrebbe vissuta oggi, cosi moderna e cosi antica per certi aspetti. Cosi dinamica e cosi lenta per tante cose. Avrebbe preferito Tel Aviv o magari qualche cittadina intorno ?. Io lo vedrei bene a Herzelya, in un condominio al primo piano vicino ad un parco, vicino ai caffé, a un makolet (mercatino) che vende anche i giornali dove puntualmente potrebbe comprarne uno al mattino e sedersi al parco con mamma. Vita da pensionato. E chiaccherare con tutti quanti che era una delle sue grandi qualità. Certo, in estate avrebbe sofferto un po’. Non amando particolarmente l’aria condizionata, il caldo si sente. Eh si, o forse avrebbe preferito stare a Milano con Noa (la mia bellissima nipotina) ? Quante domande a cui non poter dare una risposta, ma magari argomenti piacevoli da discutere in famiglia, ricordandolo.

Ok dai, basta. Su col morale. Vediamo di raccontarvi qualcosa di bello, e tornare a sorridere. Dunque….mmmhhh….mmmmhhhh, ah si…ho bisogno di vacanza. L’avevo mai detto ? si ? ok…altro ? dai a fine mese vado ad una fiera spettacolo a Barcellona per lavoro, ma la cosa più divertente é andarci col mio boss/amico il quale già mi ha detto che non ha nessuna voglia di passare le giornate in fiera ma andare a spasso.

Si prospetta qualche giorno al mare….come se mi mancasse.

Scusate per questo strano post, sappiate che mi sto interesssando per un bravo psicologo. 😉

Ora sarà il caso che mi metta ai fornelli !!!

Abbraccione e …. stay tuned !!

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: